4664 visitatori in 24 ore
 218 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro

Pino Tota

Pino Tota

Non sono nato in un mondo morto. I miei occhi non si sono mai stancati di guardare la bellezza del mondo visibile, né c’è stata una fine alla suprema
meraviglia...(TAGORE) ... (continua)


Pino Tota

Pino Tota
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
La strada (31/07/2009)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Al mattino può capitare (23/04/2018)

Pino Tota vi consiglia:
 Alienazione d'anima (08/05/2011)
 Amarezza (20/01/2013)
 Là dove la fantasia si apre (05/11/2011)
 Intarsi e frammenti (17/02/2013)
 Morire ogni giorno (24/03/2012)

La poesia più letta:
 
Vaghe tenerezze di antiche oscenità (04/06/2011, 13281 letture)

Leggi la biografia di Pino Tota!

Leggi i 3007 commenti di Pino Tota


Leggi i racconti di Pino Tota

Pino Tota su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 27/02/2018
 il giorno 13/12/2012
 il giorno 10/12/2010
 il giorno 09/07/2010
 il giorno 11/03/2010

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Pino Tota? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Pino Tota in rete:
Invia un messaggio privato a Pino Tota.


Pino Tota pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com


La nostra cara vecchia civiltà agricola

Sociale e Cronaca

Ho ancora vivi nella mente i ricordi di mio nonno che mi raccontava della vita nei piccoli paesi della bassa padovana (si parla dei tempi prima della seconda guerra mondiale).

La popolazione, per la maggioranza, viveva e lavorava nelle campagne. Al sabato sera, o alla domenica mattina, i capi pagavano gli operai in qualche osteria insieme ad una bella bevuta di vino…di quello buono.

Oltre ai lavoratori dei campi, esistevano altre categorie che praticavano mestieri ormai scomparsi come stagnari,spazzacamini, arrotini, carrettieri, maniscalchi, seggiolari,ombrellai…

Le donne facevano le sarte o andavano a lavorare nei campi insieme agli uomini. Zappavano, pulivano le bietole, vendemmiavano, rastrellavano il fieno, curavano le vigne. La sera rientravano a casa stanche morte, ma dovevano ancora cucinare la polenta,cucire i calzini oppure ricamare.

Durante la settimana sia gli uomini che i fanciulli indossavano gli zoccoli. Le scarpe, quelle buone, si usavano solo alla domenica e perciò duravano anni.

Ma nonostante tutto si viveva in allegria….Quando alla sera si tornava dai campi si cantavano vecchi cantici o cori, e anche durante il lavoro, per esempio quando si curavano le pannocchie, ci si faceva compagnia cantando…e cantando si mettevano da parte pensieri e rogne.

E la domenica era sempre una gran festa.I giovanotti arrivavano in piazza con la bicicletta pulita e brillante con il fanale a carburo. I più moderni avevano il fanale a pila, che però costava tanto e si consumava prima, ma facevano una gran figura. Erano vestiti con la giacchetta di fustagno con la martingala sul didietro e i pantaloni fermati al ginocchio con la molletta sopra un paio di stivali neri.

Le ragazze si presentavano in gonna lunga. Qualcuna si arricciava i capelli e le più spregiudicate si mettevano anche il rossetto, semprechè non avessero già il fidanzato. In tal caso evitavano di dipingersi le labbra per non rischiare qualche ceffone.

Tutti si recavano in chiesa: la mattina a messa e dopocena alla funzione. E la sera, nelle piccolissime piazzette di sobborgo, si ballava al suono della fisarmonica. Eccezionalmente qualche domenica sera si andava al cinema, quando arrivava quello ambulante nella piazza principale. Ma grande affluenza si vedeva quando si presentava un circo con le "ballerine"…se ne sarebbe parlato per settimane.

Ecco: era questa la vita di un tempo nei paesi. Monotona? Sì, senza dubbio. Infelice? No, senza dubbio. Bastava una serata ballando e ci si sentiva dei signori….. e si andava a letto felici a fare all'amore. E se nasceva un bambino niente male. Un braccio in più per lavorare i campi…..


Pinotota 29/12/2010 18:18 1 500

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di PinototaPrecedente di Pinotota

Commenti sul racconto Commenti sul racconto:

«i racconti dei nonni rimangono sempre nel cuore, a sentirla ora sembra si parli di un'altro mondo ma probabilmente per alcuni aspetti erano più felici... secondo me perché sapevano godere delle piccole cose della vita che a volte oggi neanche vediamo.»
Silvia Contessa

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:

Bello il ricordo nei racconti dei nonni (Claudio Giussani)



Vedi i racconti di Pinotota:
nella categoria:
dell'anno:










Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Racconti

Biografie e Diari
Un angelo a New York
La mia prima FIAT
Comicità e Satira
Notte di sesso di un commesso viaggiatore
La moglie, che delizia
Fantasy
Incontro in Paradiso
Sociale e Cronaca
La nostra cara vecchia civiltà agricola

Poesie



Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it